Ogni azione, ogni relazione, ogni momento può trasformarsi in brace per accendere il valore, il sentimento, il senso che sorregge una comunità di lavoro, ma vanno elaborati e preparati.
Non vi è alcun risultato senza che vi sia preparazione accurata e ben strutturata.

(Sulla via creativa, L. Traversi Guerra e R. Trigona)

“EDUCANDOSI EDUCARE NEL MONDO DELLA SCUOLA ”
“La scuola non è tanto un luogo di trasmissione dei saperi quanto un luogo di vita”. Da questa constatazione prende spunto la proposta formativa avanzata da Robur Onlus Solidale per gli insegnanti dell’Istituto comprensivo di Verdellino-Zingonia.
Con questa attività di formazione-autoformazione si vuole far crescere una consapevolezza della ricchezza umana, pronta per essere messa a disposizione per una rinnovata progettualità in aderenza agli obiettivi formativi della scuola.

La proposta si sviluppa in un lavoro di indagine e di riflessione in un quadro di autoformazione, di “auto osservazione” o di “autocritica”. In questo orizzonte di riferimento chiunque stia intraprendendo un percorso di ricerca è tenuto mentre osserva a osservare anche se stesso, cioè ad allenare una capacità di autocritica. Tutto ciò si inserisce a pieno in un paradigma costruttivista che assume come presupposto fondamentale una precisa nozione di conoscenza, intesa come il prodotto di una costruzione attiva da parte del soggetto, strettamente collegata a un contesto concreto di apprendimento personale e interpersonale.

Per questo l’obiettivo di tale percorso formativo non è acquisire dei contenuti specifici, ma “apprendere ad apprendere”, comprendere uno stile educativo, coltivare attitudini, capaci di rendere ciascuno autonomo nel proprio lavoro. È, così, fondamentale avere un approccio complesso e qualitativo, apprendere la dimensione evolutiva della conoscenza, comprendere il senso del cambiamento e della trasformazione e le possibili innovazioni nel contesto educativo della scuola. La finalità ultima dell’attivazione di un processo consapevole consiste proprio nella possibilità che ne scaturiscano soluzioni, idee, visioni, progetti, opportunità per tutti e, quindi, anche per la scuola.

Questo processo di crescita personale si può attivare secondo alcune tappe, che seguono lo sviluppo naturale della relazione mente/corpo, natura/cultura così riassunte:

LA CHIAMATA
LA FONDAZIONE
L’INDIVIDUAZIONE
LA NASCITA
LA RADICE E LA LEGGE
LA MASCHERA
PREPARAZIONE ALLA FIORITURA
PROVA PER L’ESTERNO
IL RINFORZO
LA RACCOLTA
LA RIFLESSIONE
IL VUOTO

Proposta formativa per l’Istituto Comprensivo Verdellino-Zingonia
A cura di R. Trigona (Università di Bergamo-Robur Onlus Solidale)

Verdellino/Zingonia

Anche nel secondo triennio di attività nella scuola di Zingonia e Verdellino si prosegue con entusiasmo e passione il percorso Educandosi-Educare”, grazie alla professionalità degli educatori e il sentito coinvolgimento del corpo docente. La motivata e seria preparazione allo spettacolo e soprattutto la gioia manifesta dei ragazzi fanno sì che i momenti di condivisione festosa comunitaria, come lo spettacolo del 26 maggio 2018,  diventino ricordi indelibili per i fortunati che l’hanno vissuta e condivisa.

Osio Sotto

L’esperienza pluriennale positiva nella scuola di Zingonia non è rimasta isolata e si apre a nuove realtà. Accolta la proposta della scuola di Osio Sotto di far vivere un percorso di accompagnamento educativo dei tirocinanti universitari da noi sostenuti e di realizzare laboratori finallizzati allo scopo.

Il buon coordinamento e la supervisione del lavoro dei tirocinanti garantiscono la prosecuzione coerente del nostro metodo educativo, volto alla crescita degli studenti nel loro periodo pre-adolescenziale.